Cristalloterapia - Le proprietà

Carbonio e plancton. La necromassa

Carbonio e plancton. La necromassa
Tutti sanno che il plancton è l’insieme dei piccoli organismi che vivono nelle acque, sia salate sia dolci. Tali forme di vita primitiva si trovano in sospensione nella massa liquida. Questi piccoli animali o piante non possono nulla contro le correnti e si diffondono seguendo le maree e altri movimenti dei mari e dei laghi. Essi rappresentano il 50% della materia organica terrestre e nutrono le balene e le cozze, le ostriche ecc. Morendo, questi organismi producono una biomassa enorme, detta «necromassa», che in seguito a sedimentazione può trasformarsi in petrolio o in gesso. Questa trasformazione ha permesso la sopravvivenza delle acque filtrando, pulendo, purificando gli oceani primitivi. La sedimentazione produce anche carbone e tra i tipi di carbone ve ne è uno particolarmente prezioso: la shungite.

Carbonio

Autentica benedizione, vero e proprio portento, la shungite è il più antico carbone di origine planctonica conosciuto! Comparsa nel corso del Paleoproterozoico, cioè tra 1600 e 2500 milioni di anni fa, è presente negli strati più profondi della terra. A quei tempi non vi erano altri elementi, come gli alberi, per formare gli idrocarburi. L’elemento carbonio, si sa, è quanto mai prezioso per la vita ed è della massima utilità in medicina: come accade in molte altre discipline scientifiche, le numerose varietà del carbonio ne fanno una sostanza proteiforme, adattabile a numerose situazioni, dal trattamento dei disturbi gastrici alla produzione di archi in fibra di carbonio. Non vi sarebbe vita senza carbonio!

Radiazioni

Radiazioni
L’origine planctonica della shungite potrebbe avere varie cause. Alcuni giacimenti deriverebbero da deiezioni vulcaniche, mentre all’origine di altri vi sarebbe la caduta di un gigantesco meteorite. A questo proposito esistono numerose contro‑ versie. In ogni caso, questo minerale mostra una composizione molto particolare e una struttura originale che costituiscono la base dei suoi preziosi effetti. Nella shungite le particelle di car‑ bonio si mescolano in modo regolare e omogeneo a quelle dei silicati cristallini che formano una matrice. Questa organizzazione permette particolari radiazioni, che consentono di proeggersi da altre radiazioni, tra le più nocive che conosciamo. Approfondiremo l’argomento nelle prossime pagine.

Articoli correlati

ENTRA - REGISTRATI

PROSSIMI EVENTI
Non ci sono eventi in programma per i prossimi mesi

ULTIME NEWS
Minerali.it anche su Facebook